07/05/08

Come siamo messe? Male, grazie.



Ed eccolo qui, il resoconto di” Save the children” sulla condizione delle madri e dei bambini italiani.

Nulla di nuovo.

Siamo il 19° paese dove le mamme stanno meglio.
Siamo in prima posizione come paese dove i bimbi stanno meglio.

Sembrerebbe tutto a posto.

Ma ci sono una serie di ma.

Le donne italiane che usano contraccettivi sono il 39 % come il Botswana.
La partecipazione politica delle donne è del solo 17 %, come la Bolivia, il Nepal e il Gabon.

Beh, se già questi primi due dati mi suonano da paese del terzo mondo, mi viene da pensare che a queste madri costi un sacrificio sovrumano rendere felici i propri figli.

Vivere in una realtà africana eppure riuscire a far star bene i figli come se fossimo davvero un paese europeo la trovo un'azione eroica. Titanica.
Pensare che queste donne ci riescono ogni giorno.

E allora davvero buona festa della mamma in anticipo.
Ve lo siete meritato.

Ah, c’è un dato interessante rispetto alla mortalità: viviamo in media 83 anni.
Se non sbaglio qualche anno in più rispetto alla media maschile.


Beh, dai, dopo una vita passata a sopportare ogni giorno gli uomini, vuoi mettere che soddisfazione poterli seppellire?!

3 commenti:

Lillo ha detto...

e lo sapevo che saresti andata a parare li...
In ogni caso da buon maschio italiano non posso esimermi dal venerare mia madre e sicuramente farò il mio sacro dovere di farle gli auguri questa domenica. Si vabbhè...

Non si può dire che il mestiere di genitore non sia una roba da supereroi a volte, specie se penso a tutte quelle mamme che sono monogenitori, che devono fare mille sacrifici per allevare un figlio da sole. Ci sono anche, purtroppo, le madri-arpie che lottizzano i figli nell'eterno confronto con l'ex: ex-amante, ex-marito e (auspicabilmente per loro) ex-padri.
La condizione dei padri è in Italia tra le peggiori, un pò se lo sono cercata, ma molto lo subiscono...

Insomma evviva le mamme, evviva le donne, ma anche noi maschietti

Teresa ha detto...

Vale, c'entra poco ma il tuo commento mi ha fatto pensare a una discussione con mia madre, che mi ha fatto talmente ridere...

Si parlava dell'età che avanza e la possibilità che lei (mia madre) presto ci lasci.
E io: "Mamma, ma la nonna (= sua madre) è morta a 93 anni. Hai buone speranze anche tu!".
E mia madre risponde: "Sì, ma era vedova, LEI".

Ecco. Quod demostrandum erat :-)
Un bacio. Tere.

marco ha detto...

le donne seppelliscono i maschi non perché sono più longeve, ma perché li ammazzano lentamente di rotture di coglioni e alla fine meglio andare sottoterra che stare un altro secondo con loro

Archivio blog