01/02/09

Canone e viagra.



Quest'anno il canone è stato di 107 e qualcosa euro.
Una tassa infame che la rai chiede, pretende e minaccia di ottenere con ogni mezzo.
E lo fa nonostante i programmi siano discutibili. Nonostante la pubblicità, tanta quanta sulle reti mediaset.
Pare che io quest'anno abbia speso 107 e passa euro dei miei sudatissimi risparmi per far andare a Sanremo quel puttaniere incartapecorito di Hugh Hefner, l'uomo che per moti altri è un dio, ma per la maggior parte delle donne è un magnaccia.

I miei risparmi serviranno per farlo stare in un mega albergo con tutte le sue Barbie siliconate al seguito.
I miei soldi serviranno a rifornirlo di Viagra e fargli credere ancora di essere un uomo interessante per le ventenni.

Il mio denaro, quello che ho guadagnato anche lottando e difendendo sui giornali il ruolo delle donne, finanzieranno l'arrivo in Italia del perfetto prototipo di maschio che personalmente non vorrei più dover vedere sulla faccia della terra.


Oggi mi sento di dare un personale grazie al signor Bonolis per l'evidente e continuo disperezzo che mostra nei confronti delle donne nelle sue trasmissioni. (Troppo difficile avere al fianco donne capaci, eh? Meglio le oche, meglio le gonfiate, meglio quelle che non hanno niente da dire).

107 euro davvero mal spesi.
Mi ci potevo comprare dei libri.

Hugh, vatti a comprare i preservativi con le stecche, vah!

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao valentina,mi chiamo nicoletta e ogni tanto sbircio il tuo blog,partendo dal sito di sorelleditalia, vorrei ringraziarti perchè hai espresso quello che anche io ho pensato quando ho sentito di questa cosa in tv. Questa cosa fa il paio con la battuta di berlusconi sullo stupro, questi vecchiacci son ridicoli!!!

Laura ha detto...

Ti giuro ho pensato esattamente la stessa cosa... E hanno pure il coraggio di fare lo spot del canone affermando di essere una tv di qualità, che ci migliora... Ma vergognatevi!!!
p.s. il preservativo con le stecche mi ha fatto morir dal ridere, grandissima Valentina!

Valentina Maran ha detto...

Ciao Nicoletta, piacere di averti qui.
Grazie per il commento... effettivamente si, son cose che fanno girare parecchio le scatole!

Non ho parole.

E tra un po' temo che non avrò neanche più la pazienza!
: )

Valentina Maran ha detto...

Ciao Lauretta!
Guarda , lo spot rai è aggiacciante.
Migliore tu, migliore noi, migliore tutto.
I migliori vaffanculo si meriterebbero questi!
GRRRR!

Il preservativo con le stecche è l'unica cosa che auguro a Hefner. ma da dietro.

olocausto random ha detto...

condivido un po' di cose, ma alcuni passaggi sembrano dettati piu' dal marchese che dalla saggezza: "I miei soldi serviranno a rifornirlo di Viagra e fargli credere ancora di essere un uomo interessante per le ventenni.". chiaramente e' un'opinione e cosi' come le ovaie: ognuna ha le sue, ma a me sembra una cacata di opinione, una frase un po' infelice, che conferma quella strana abitudine (comune a tutti) di puntare il dito contro un "nemico" per avvalorare la propria tesi (si possono scrivere le stesse cose senza scrivere strali che lasciano il tempo che trovano su hugh, piu' che altro perche' minano la restante bonta' scritta).
perche' dico questo? perche' un uomo abituato da tutta la vita ad avere accanto contenitori di caldo seme disposte a suggere qualsiasi augello purche' serva a farle vivere nella ricchezza, sa bene da una vita che i secchielli che ha accanto li ha accanto perche' lui ha tanti soldi/potere/possibilita' di renderle "visibili". e non per altro. e' ragionevole crederlo molto piu' smaliziato, dunque: se ne sbatte altamente il cazzo di essere "interessante" per ragazzine, a lui credo interessi solamente che loro ingoino caldo seme, possibilmente in silenzio (perche' quando le oche starnazzano possono dare alla testa e poi il moment act fa male se aggiunto al viagra). da che mondo e' mondo il "potente" se ne sbatte altamente se i sudditi che ha accanto lo credano o meno interessante: e' sempre conscio del fatto che se potessero gli farebbero le scarpe, ma se la gode dall'alto del suo trono perche' lui e' ricco, ha potere, "comanda" ed e' in grado di decidere il destino (ed in qualche caso la vita) di moltissime persone. persone del genere se ne fregano di perdere tempo a pensare cosa credono/pensano i secchielli di loro, si limitano a ridere, riempirli e sperperare denaro. per il resto, sul canone sono ovviamente d'accordo.

Anonimo ha detto...

Anonimoacido Michele riguardo al post di olocausto casuale vorrebbe aggiungere..
Mi hai fatto ricordare la parte del 'Marchese del Grillo' in cui Sordi dice "D'altronde io so' io...e voi altri non siete un cazzo"...
Le tue parole sono più che giuste e condivisibili Valentain (per una volta questo mi da ragione dirai...) però quanta gente è ben disposta a pagare anche discrete cifre (soggettivo comunque) pur di potenziare il vettore di ignoranza che installiamo a casa?
Addirittura per il digitale terrestre ci sono incentivi statali (tralasciando che i primi apparecchi erano commercializzati dal fratello del silvio e che statale significa soldi nostri).
Tempo fa la rai mandava in onda una pubblicità in cui diceva "ti sei mai chiesto cosa stai guardando?"...
Credo si siano dimenticati,ma la tv non è adatta a chi cerca di pensare...o forse tende a disabituare a farlo..

Anonimo ha detto...

Tu in testa hai un pensiero fisso: il sesso.
Non sai parlare d'altro oltre che a sparlare di tutto e di tutti.
Ma se stai così male in questo mondo perchè non ti suicidi invece di pontificare in continuazione? Non fai che lamentarti di questo e di quello.
AAAHHH, sapessi come ho goduto quando ti hanno licenziata da quell'agenzia pubblicitaria.
E mi sa che sei ancora a spasso, per questo rosichi tanto col mondo intero.
Priapo

olocausto random ha detto...

anonimo "priapo" (ammesso che esista) e' una "persona" esilarante. passa il tempo sui blos in internet a travasar bile nei riguardi di sconosciuti (perche' tu valentina non la conosci) e poi punta al dito per dire "critichi tutti, se non stai bene in questo modo suicidati".

mia nonna dice sempre: il bue che dice cornuto all'asino!


PS:
si', so' mejo loro. so' mejo quelli che invece di apporre piu' o meno "ragionamenti" (magari anche in disaccordo, anche aspro) si mettono a cacare il cazzo a sconosciute, a babbo morto. come no.

Anonimo ha detto...

forse mi sbaglio, ma tu Valentina Maran, non sei comparsa tempo fa su play boy edizione spagnola? Se si, bhè.... sempre lì a spuatre nel piatto dive hai mangiato! Proprio forti voi donne! Sempre un po' così ridicole!
ciao
Roberto da Napoli

Valentina Maran ha detto...

L'affermazione "sono finita su Playboy" era vera. Ma nel senso che c'è finito il mio libro. Nella sezione recensioni.

PEr il resto trovo ben più ridicolo che una Tv pubblica inviti e paghi uno come Hefner. Ci sarebbero persone ben più interessanti da chiamare, o no?

marcella ha detto...

Cara Valentina,

Condivido sulla presenza di Hefner a San Remo, davvero fuori luogo, per diversi motivi già discussi.

Sarebbe però ipocrita da parte mia criticare Hefner: le mie fantasie di bambina sono state alimentate anche dalle immagini ovattate di Playboy (cosa che credo sia capitata agli uomini di più di una generazione).

E anche se credo che ci sia mille volte più erotismo nell'immagine sbiadita di un'odalisca su una vecchia stampa rispetto al paginone centrale, non credo Hefner sia un mostro, nè che Playboy sia di per se' offensivo.
D'altra parte, se troviamo che non ci piaccia, possiamo esercitare il nostro diritto di dissenso non comprandolo.

P.S. La battuta del preservativo con le stecche resta formidabile

Marcella

Valentina Maran ha detto...

Io non ho nulla contro Playboy come rivista.
Mi lascia del tutto indifferente. Anzi: probabilmente anni fa ha anche avuto un ruolo di rottura rispetto alla cultura americana. Su questo non discuto.
Mi fa solo incazzare da morire che i soldi dei contibuenti vengano spesi male.
E secondo me ospitare uno che ormai viaggia solo con 40 sgallettate al seguito e deve essere rifornito di Viagra, non mi sembra una buona spesa. E non mi sembra un buon messaggio per il pubblico.

Vorrei un approccio più serio verso l'informazione e l'intrattenimento.
Vogliamo intervistarlo? Intervistiamolo. Ma in videoconferenza. Da solo. Sulla poltrona di casa sua. Abbattendo i costi delle richieste inutili.

marcella ha detto...

Pienamente d'accordo.
Ora bisognerebbe farlo capire ai vertici in RAI...

Marcella

Doge ha detto...

Lo scorso settembre un fulmine ha bruciato la mia tv (non ero assicurato), non ho i soldi per acquistarne una nuova......Dio esiste.

CyberLuke ha detto...

Condivido l'opinione di Valentina... purtroppo, il nostro canone finanzia gente ben peggiore del vecchio puttaniere più patinato del mondo.
Fosse solo lui l'erbaccia televisiva da estirpare... almeno lui è meno ipocrita di tanti altri.
Aggiungo solo una riflessione: è peggio lui o le tipe che fanno la coda per entrare a far parte del suo harem?
Una volta di più, la mediocrità non ha sesso.

Archivio blog